C-Forge 2019
Mobile/Wireless
 

25/07/2012

Share    

Ecco gli Ultrabook di seconda generazione secondo Intel

I nuovi prodotti basati su processori Intel Core di terza generazione sono ancora più efficienti, sicuri ed eleganti

 

 

I nuovi prodotti basati su processori Intel Core di terza generazione sono ancora più efficienti, sicuri ed eleganti

 

 

È passato poco più di un anno dall’introduzione degli Ultrabook, presentati da Intel al Computex 2011. In dodici mesi sono stati fatti passi da gigante, e ora arrivano gli Ultrabook di seconda generazione, basati su processori Intel Core di terza generazione, ancora più efficienti, sicuri ed eleganti.

 

“Le esperienze della nostra vita sono definite da ciò che vediamo, sentiamo e tocchiamo – ha commentato Dario Bucci, amministratore delegato di Intel Italia e Svizzera – questi sensi sono anche la base della visione su cui lavorano i nostri laboratori di ricerca e sviluppo al fine di offrire un’esperienza di computing sempre più coinvolgente, in grado realmente di migliorare la qualità della vita sul lavoro e nel tempo libero. Grazie al lavoro di tutta l’industria IT e con l’arrivo della nuova ondata di dispositivi basati su processori Intel Core di terza generazione ci stiamo avvicinando ulteriormente alla realizzazione di una user experience che ancora pochi anni fa poteva sembrare un’utopia”.


Sono più di 35 gli Ultrabook ultra leggeri, ultra dinamici e ultra eleganti equipaggiati con processori Intel Core di terza generazione, realizzati con i transistor tri-gate 3D a 22 nanometri, pronti a invadere il mercato, e molti altri arriveranno nel prossimo futuro.


Oltre ai tempi di risposta più veloci e funzioni di sicurezza ottimizzate, gli Ultrabook basati sui nuovi processori Intel Core di terza generazione offrono prestazioni multimediali e grafiche fino a due volte superiori rispetto alla generazione precedente, maggiore durata della batteria e una scelta particolarmente ricca, grazie al supporto dei principali hardware vendor, con soluzioni caratterizzate da un design sempre più bello e maneggevole.


I nuovi dispositivi si riavviano in un lampo, il che significa che passano dalla modalità di ibernazione allo stato attivo in meno di 7 secondi e consentono di caricare velocemente le applicazioni preferite.


La tecnologia Intel Smart Connect, inoltre, mantiene automaticamente aggiornati l’e-mail e i social network anche quando l’Ultrabook è in stand by, contribuendo in tal modo a risparmiare energia e allungare la vita della batteria.


Per quanto riguarda la sicurezza, la nuova ondata di Ultrabook è stata dotata di funzioni di sicurezza molto avanzate, tra cui spicca la tecnologia Intel Anti-Theft che consente agli utenti di disabilitare automaticamente i sistemi in caso di smarrimento o furto.

 

 

Il futuro: computer che vedono, sentono e ascoltano

 


La presentazione della nuova generazione di Ultrabook è stata anche l’occasione per delineare il futuro prossimo venturo, più vicino di quanto non si creda, con macchine capaci di vedere, ascoltare e interagire con gli utenti in maniera sempre più intelligente, grazie all’integrazione, ad esempio, della tecnologia touch.


A breve arriveranno anche Ultrabook dotati di riconoscimento vocale basati su motore Dragon di Nuance ottimizzati per architettura Intel, grazie a un accordo siglato tra le due società all’inizio dell’anno, mentre sono allo studio soluzioni ‘percettive’, in grado di riconoscere gesti e contesti, grazie all’introduzione di sensori di movimento estremamente sofisticati, senza dimenticare che dietro l’angolo ci sono anche gli Ultrabook convertibili, capaci di trasformarsi da laptop a tablet e viceversa con pochi, semplici gesti.

 

R.C.

 
TAG: Ultrabook

TORNA INDIETRO >>