Storage for Virtual Innovation - Fujitsu
Mercati Verticali - Datacenter
 

02/12/2016

Share    

Rinnovare la rete MAN: un caso di studio

Tutte le informazioni sul progetto che Unidata ha realizzato in collaborazione con Brocade per dar vita a una rete allo stato dell'arte, migrando a un'architettura di nuova generazione.

A Roma, Unidata ha realizzato nel 1996 una Metropolitan Area Network (MAN) in fibra ottica proprietaria di oltre 300 km, che connette i maggiori nodi di telecomunicazioni, le centrali telefoniche, l’Internet Exchange Point Namex e i due Internet Data Center di Unidata. Inoltre la rete in fibra ottica è la base di un’importante rete wireless Hiperlan e Wi-Fi. I Data Center ospitano tutte le apparecchiature dell’infrastruttura proprietaria.

Grazie all’importante crescita del bacino di utenza e alla sempre maggiore richiesta per accessi a banda larga, nel novembre 2014, l’azienda affronta la necessità di rinnovare la propria infrastruttura di rete di backbone L2/L3, divenuta obsoleta per supportare tutte le nuove tecnologie in via di sviluppo. Inoltre, le condizioni preesistenti presentavano capacità limitata dei collegamenti - centrali e periferici - che non permetteva una crescita in termini di banda offerta, incrementando l’interesse per l’introduzione di funzionalità avanzate che facessero uso di tecnologia 10Gbps e 100Gbps. L’obiettivo principale era quindi di migrare a un’architettura di nuova generazione, più performante, affidabile e orientata all’implementazione di soluzioni di Software-Defined Networking e Network Functions Virtualization.

Questa la premessa che ha portato al rinnovamento della rete MAN, con l’implementazione di un’architettura MPLS basata su prodotti BrocadeClicca qui per scaricare il case study completo con tutte le informazioni e i risultati del progetto e scoprire come avere una rete allo stato dell'arte.

 

TORNA INDIETRO >>